Un animale domestico può essere pignorato?

11 Ottobre 2022

Da qualche anno gli animali domestici non sono più pignorabili dall’ufficiale giudiziario in caso in cui un creditore promuova il pignoramento presso la residenza del debitore.
Secondo una direttiva Europea, sono considerati animali da compagnia i cani e i gatti, ma anche alcuni altri animali come i furetti, e alcuni tipi d’ invertebrati, molluschi, crostacei, uccelli, rettili, anfibi, animali acquatici ornamentali, mammiferi, roditori e conigli non destinati alla produzione alimentare.
Si tratta di animali con i quali il padrone ha stretto un vero e proprio rapporto di affetto per via della stabile coabitazione.

Esistono delle eccezioni?
Si possono pignorare tutti gli animali “da profitto” ovvero quelli che fanno parte dell’attività professionale del proprietario come: vitelli, mucche, maiali, cavalli, galline, pesci d’allevamento, ecc.

E’ inoltre in vigore la legge che vieta il commercio e la vendita di animali esotici e/o selvatici utilizzabili come animali da compagnia.

Contattaci per scoprire i vantaggi del recupero crediti.

Altri articoli

Recupero crediti stragiudiziale: step, ruoli e durata.

24 Marzo 2023

Oggi gestire il credito all’interno delle aziende è sempre più importante e il recupero crediti stragiudiziale è uno strumento... Leggi di più

Quando un condominio non paga

13 Febbraio 2023

Una volta espletati tutti i tentativi in via conciliativa, se ancora un condominio non paga occorre avviare l’azione legale che ha, come... Leggi di più

VUOI UN'ANALISI GRATUITA DEI TUOI CREDITI O MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci subito: la prima pratica è GRATIS!